Sono stati due pubblicati nella Gazzetta Ufficiale concorsi del 29 dicembre 2020 nuovi bandi di Concorso all'ASP di Reggio Calabria per 48 amministrativi diplomati e laureati.

Le nuove assunzioni personale sanitario riguarderanno 21 posti da collaboratore amministrativo e 27 posti da assistente amministrativo.
Le nuove assunzioni in Calabria partiranno subito dopo lo svolgimento dei concorsi pubblici 2021.

Requisiti
Per partecipare al profilo di assistente amministrativo si richiede il possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado.
Per il bando da laureati, invece, si richiede un titolo di laurea di primo livello in Giurisprudenza – Scienze Politiche – in Economia e Commercio o altra Laurea equipollente ovvero Diploma di Laurea conseguita secondo il previgente ordinamento, in Giurisprudenza – Scienze Politiche – Economia e Commercio ed equipollenti, ovvero Laurea Specialistica/ Magistrale equipollente ai sensi del D.M. 9/7/2009 equiparata alle precedenti.

Profilo collaboratori: le prove
Prevista una prova preselettiva consistente in una serie di quiz a risposta multipla che verterà su argomenti di cultura generale e logica, nonché sulle materie previste per le prove d'esame e precisamente: legislazione ed organizzazione sanitaria, diritto del lavoro e CC.CC.NN.LL. vigenti per il comparto Sanità, disposizioni relative l'organizzazione e la gestione del pubblico impiego, diritto amministrativo, con particolare riguardo alle norme in materia di procedimento amministrativo e diritto di accesso ai documenti, protezione dei dati personali e norme sulla trasparenza e anticorruzione.
Sono poi previste una prova scritta, una pratica e una orale.
Per il programma delle materie si rimanda all'art. 5 del bando di concorso, che puoi scricaricare facendo click qui.

Profilo assistenti: le prove
Anche in questo caso è prevista una prova preselettiva consistente in una serie di quiz a risposta multipla, verterà su argomenti di cultura generale e logica, nonché sulle materie previste per le prove d'esame.
Infine, anche per il profilo da diplomati si prevedono una prova scritta, pratica e orale che verteranno sul programma indicato dall'art. 5 del bando di concorso, che puoi scricaricare facendo click qui.

Per la preparazione sono disponibili i seguenti volumi Simone editore:
 
Concorso all'ASP di Reggio Calabria per 48 amministrativi per diplomati e laureati Concorso all'ASP di Reggio Calabria per 48 amministrativi per diplomati e laureati Concorso all'ASP di Reggio Calabria per 48 amministrativi per diplomati e laureati Concorso all'ASP di Reggio Calabria per 48 amministrativi per diplomati e laureati
       
---------------------------------------------------------------------------------------------

Nella Gazzetta Ufficiale n. 93 del 11.12.2020, è stato pubblicato il concorso pubblico, per titoli ed esame orale, su base distrettuale, per la copertura di 2.700 posti non dirigenziali per il profilo di cancelliere esperto, a tempo indeterminato, Area funzionale seconda, fascia economica F3, nei ruoli del personale del Ministero della giustizia – Amministrazione giudiziaria – ad eccezione della Regione Valle d'Aosta.

Scadenza domande: 10 gennaio 2021
Prove d'esame; valutazione dei titoli, prova orale
.

Nella G.U. n. 97 del 15/12/2020 e sul sito del Ministero è stato pubblicato un aggiornamento relativo alle materie d'esame.

Concorso 2700 Cancellieri Esperti - Ministero della Giustizia Concorso 2700 Cancellieri Esperti - Ministero della Giustizia Concorso 2700 Cancellieri Esperti - Ministero della Giustizia Concorso 2700 Cancellieri Esperti - Ministero della Giustizia
       
Le modalità di svolgimento delle selezioni del bando pubblicato in Gazzetta ufficiale concorsi, che attualmente prevedono una valutazione titoli e un esame orale, sono notevolmente diverse rispetto ai concorsi pubblici 2020 principali.
Le nuove assunzioni al Ministero della Giustizia saranno smistate negli Uffici giudiziari di tutta Italia.

I 2700 posti sono così suddivisi:
Codice CASS – Uffici giudiziari nazionali e Amministrazione centrale n. 113 unità
Codice AN – Distretto della Corte di appello di Ancona n. 61 unità
Codice BA – Distretto della Corte di appello di Bari n. 80 unità
Codice BO – Distretto della Corte di appello di Bologna n. 136 unità
Codice BS – Distretto della Corte di appello di Brescia n. 65 unità
Codice CA – Distretto della Corte di appello di Cagliari n. 80 unità
Codice CL – Distretto della Corte di appello di Caltanissetta n. 31 unità
Codice CB – Distretto della Corte di appello di Campobasso n. 20 unità
Codice CT – Distretto della Corte di appello di Catania n. 99 unità
Codice CZ – Distretto della Corte di appello di Catanzaro n. 111 unità
Codice FI – Distretto della Corte di appello di Firenze n. 125 unità
Codice GE – Distretto della Corte di appello di Genova n. 65 unità
Codice AQ – Distretto della Corte di appello dell'Aquila n. 48 unità
Codice LE – Distretto della Corte di appello di Lecce n. 66 unità
Codice ME – Distretto della Corte di appello di Messina n. 62 unità
Codice MI – Distretto della Corte di appello di Milano n. 262 unità
Codice NA – Distretto della Corte di appello di Napoli n. 308 unità
Codice PA – Distretto della Corte di appello di Palermo n. 180 unità
Codice PG – Distretto della Corte di appello di Perugia n. 20 unità
Codice PZ – Distretto della Corte di appello di Potenza n. 40 unità
Codice RC – Distretto della Corte di appello di Reggio Calabria n. 85 unità
Codicee RM – Distretto della Corte di appello di Roma n. 242 unità
Codice SA – Distretto della Corte di appello di Salerno n. 62 unità
Codice TO – Distretto della Corte di appello di Torino n. 187 unità
Codice TS – Distretto della Corte di appello di Trieste n. 41 unità
Codice VE – Distretto della Corte di appello di Venezia n. 111 unità
 
---------------------------------------------------------------------------------------------

Nella Gazzetta ufficiale del 17 novembre 2020 è stato pubblicato un bando di concorso per laureati da inserire come Direttori di tribunale, pubblicato anche sul sito del Ministero della Giustizia.
Il nuovo concorso al Ministero della giustizia si svolgerà per titoli e colloquio, non essendo previste prove scritte o prove preselettive. Accederà, dunque, al colloquio orale un determinato numero di candidati.

Requisiti
Per la partecipazione al concorso è richiesto il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
- Diploma di Laurea di vecchio ordinamento (DL) in: Giurisprudenza, Economia e commercio, Scienze politiche
- Laurea Specialistica (LS) in: 22/S Giurisprudenza, 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell'informazione giuridica, 64/S Scienze dell'economia, 84/S Scienze economico-aziendali, 57/S Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali, 60/S Relazioni internazionali; 70/S Scienze della politica, 71/S Scienze delle pubbliche amministrazioni, 88/S Scienze per la cooperazione allo sviluppo, 89/S Sociologia, 99/S Studi europei
- Laurea Magistrale (LM) in: LMG/01 Giurisprudenza, LM-77 Scienze economico-aziendali, LM-87 Servizio sociale e politiche sociali, LM-52 Relazioni internazionali; LM-56 Scienze dell'economia, LM-62 Scienze della politica, LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni, LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo, LM-88 Sociologia e ricerca sociale, LM-90 Studi europei.
Inoltre, si richiede uno tra i seguenti titoli aggiuntivi:
- avere prestato servizio nell'amministrazione giudiziaria, nella qualifica di funzionario giudiziario, per almeno cinque anni, senza demerito;
- avere svolto le funzioni di magistrato onorario, per almeno cinque anni, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
- essere stato iscritto all'albo professionale degli avvocati, per almeno cinque anni consecutivi, senza essere incorso in sanzioni disciplinari;
- avere svolto, per almeno cinque anni scolastici interi (ivi compresi i periodi di docenza svolti in attività di supplenza annuale), attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche (ex 19/A) presso scuole secondarie di secondo grado;
- essere da almeno due anni ricercatore ai sensi dell'articolo 24, comma 3, lettera b), della legge 30 dicembre 2010, n. 240, in materie giuridiche;
- avere prestato servizio nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori, per almeno cinque anni;
- avere conseguito il titolo di dottore di ricerca in materie giuridiche e avere svolto attività lavorativa per almeno sei mesi presso una pubblica amministrazione in posizione funzionale per l'accesso alla quale è richiesto il possesso del diploma di laurea;
- avere svolto attività lavorativa per almeno cinque anni presso una pubblica amministrazione in posizione funzionale per l'accesso alla quale è richiesto il possesso del diploma di laurea.

Le prove
La selezione si svolge per titoli e colloquio.
I titoli sono valutati secondo punteggi differenti ai sensi dell'art. 5 del bando in allegato al presente articolo.
È ammesso a sostenere l'esame orale, sulla base dei punteggi attribuiti in sede di valutazione dei titoli, un numero di candidati pari a tre volte il numero dei posti messi a concorso per ciascun distretto giudiziario.
La prova orale verterà sulle seguenti materie: - diritto civile, - diritto penale, - diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo, alla disciplina del lavoro pubblico, alle diverse responsabilità dei dipendenti pubblici, alla disciplina degli appalti, al codice del processo amministrativo), - diritto processuale civile, - diritto processuale penale, - ordinamento giudiziario, - servizi di cancelleria, - della lingua inglese, attraverso una conversazione che accerti il possesso di competenze linguistiche almeno al livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue; - conoscenza delle tecnologie informatiche, nonché delle competenze digitali volte a favorire processi di innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della pubblica amministrazione, attraverso una verifica attitudinale di tipo pratico.
 
 Concorso Ministero Giustizia per 400 direttori laureati
---------------------------------------------------------------------------------------------
Con Deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 66 del 28 ottobre 2020, è stato approvato il Concorso INPS per 1.858 Consulenti della Protezione Sociale.
Il nuovo concorso INPS si aggiunge al concorso per 165 informatici già pubblicato in Gazzetta Ufficiale e ad altri concorsi che arriveranno.
La pubblicazione del bando è prevista per le prossime settimane.
I termini e le modalità di invio delle domande, saranno indicati nel bando.

Il concorso prevede una prova preselettiva basata su test con quesiti su logica, cultura generale, informatica e inglese.

Superata la prova preselettiva, ci sarà:
- la prima prova scritta basata su quesiti a risposta multipla su bilancio e contabilità pubblica, diritto amministrativo e costituzionale, diritto del lavoro e legislazione sociale, pianificazione programmazione controllo organizzazione e gestione aziendale;
- la seconda prova scritta con quesiti a riposta multipla su scienza delle finanze, economia del lavoro, elementi di economia politica, diritto civile, elementi di diritto penale;
- la prova orale con colloquio sulle materie a programma.

Di seguito i volumi di riferimento compreso il Kit completo per la preparazione a tutte le fasi del concorso.

Concorso INPS per 1.858 Consulenti della Protezione Sociale Concorso INPS per 1.858 Consulenti della Protezione Sociale Concorso INPS per 1.858 Consulenti della Protezione Sociale
     
---------------------------------------------------------------------------------------------
 
Concorso Banca Italia per 30 esperti in economia

I trenta posti sono così suddivisi:
- Profilo A. 15 Esperti con orientamento nelle discipline economico-aziendali
- Profilo B. 10 Esperti con orientamento nelle discipline economico-finanziarie
- Profilo C. 5 Esperti con orientamento nelle discipline economico-politiche da destinare alle unità di Analisi e ricerca economica.

Concorso Banca Italia per 30 esperti in economia Concorso Banca Italia per 30 esperti in economia Concorso Banca Italia per 30 esperti in economia
     
---------------------------------------------------------------------------------------------

Prove scritte per il concorso bandito dalla Regione Lombardia
, indetto per l'assunzione di più di 1214 posti per diplomati e laureati Operatori e specialisti del Mercato del Lavoro:

Concorso Regione Lombardia per 1214 posti per diplomati e laureati Operatori e specialisti del Mercato del Lavoro
 
---------------------------------------------------------------------------------------------
 
Concorso INPS 2020 per 1858 funzionari amministrativi, per laureati:

Concorso INPS 2020 per 1858 funzionari amministrativi
 
---------------------------------------------------------------------------------------------
 
Concorso Agenzia delle Dogane e Monopoli per 1226 diplomati e laureati

Pubblicati due diversi bandi di concorso per nuove assunzioni 2020 all'Agenza delle Dogane e dei Monopoli.
I due bandi, online sul sito web dell'Agenzia, aprono la strada a nuove assunzioni per diplomati e laureati in qualità di funzionari e assistenti.

I 1226 posti sono così suddivisi:
- 766 funzionari;
- 460 assistenti amministrativi
.

I 766 posti per funzionari sono così suddivisi: 100 di cui 6 riservati alla Provincia autonoma di Bolzano Profilo funzionario doganale – esperto nel settore amministrativo/contabile 50 Profilo funzionario doganale – esperto nel settore giuridico legale e del contenzioso
70 Profilo funzionario doganale – esperto nel settore delle relazioni internazionali
80 Profilo funzionario doganale – esperto nel settore economico finanziario
70 Profilo funzionario doganale – esperto in analisi quantitative statistico matematiche
86 di cui 2 riservati alla Provincia autonoma di Bolzano Profilo funzionario doganale – esperto nel settore informatico
147 Profilo ingegnere
13 Profilo ingegnere/architetto
150 Profilo chimico

I 460 posti per assistenti amministrativi sono così suddivisi:
250 di cui 4 riservati alla Provincia autonoma di Bolzano nel Profilo di assistente doganale da impiegare nel settore amministrativo/tributario
di cui 2 riservati alla Provincia autonoma di Bolzano Profilo assistente doganale da impiegare nel settore contabile
20 Profilo assistente doganale – addetto ai servizi di traduzione e interpretariato
40 di cui 1 riservato alla Provincia autonoma di Bolzano Profilo assistente doganale – addetto ai servizi di collaudo e accertamento tecnico
30 Profilo assistente doganale – da impiegare nel settore tecnico di supporto alle attività dei laboratori chimici
50 di cui 4 riservati alla Provincia autonoma di Bolzano Profilo assistente doganale – da impiegare nel settore tecnico di supporto alle attività di accertamento in ambito accise
20 Profilo assistente doganale – da impiegare nel settore tecnico di supporto alle attività informatiche
15 Profilo assistente doganale – da adibire alle mansioni di meccanico
5 Profilo assistente doganale addetto ai servizi di mensa e refezione

REQUISITI:
I requisiti per partecipare al nuovo concorso variano a seconda del tipo di profilo per cui si concorre. Ci sono profili per laureati e profili per diplomati. Per questo motivo, si invita a consultare il bando di concorso (specialmente quello per laureati) per verificare la rispondenza del proprio titolo di studi.
Per partecipare occorre presentare la domanda tramite SPID sul sito http://www.adm.gov.it entro 30 giorni a partire da oggi (6 novembre).

Le prove per assistenti amministrativi
Il concorso prevede:
una prova preselettiva eventuale
una o due prove scritte in relazione al codice di concorso per cui si partecipa
una prova orale o teorico pratica in relazione al codice di concorso per cui si partecipa.
La prova preselettiva consisterà in:
venti domande attitudinali per la verifica della capacità logico-deduttiva e di ragionamento logico matematico
dieci concernenti elementi di diritto penale e le funzioni della polizia giudiziaria
di lingua inglese
di conoscenza base degli strumenti di office automation.
Il programma delle prove scritte e orali è disponibile in allegato al bando di concorso.

Le prove per i funzionari
Il concorso prevede:
una prova preselettiva (eventuale)
prove scritte
una prova orale.
La prova preselettiva, unica per tutti i codici di concorso, potrà svolgersi anche in giorni diversi non consecutivi e consisterà in un test, da risolvere in settanta minuti, composto da 70 quesiti a risposta multipla con tre opzioni di risposta, di cui una sola esatta, così articolato:
25 domande attitudinali per la verifica della capacità logico-deduttiva e di ragionamento logico matematico,
15 concernenti elementi di diritto penale e le funzioni della polizia giudiziaria,
20 di lingua inglese
10 di conoscenza base degli strumenti di office automation.